DRAKES

-Draghi, il più amato dagli americani, «non ha saputo tenere in piedi un governo pur avendo una maggioranza che mai nessuno prima aveva avuto. Non ne ha azzeccata una con la gestione del piano vaccinale (“se non ti vaccini, uccidi”) e con la guerra (“l’aria condizionata o la pace”). Non ha saputo regolare le bollette energetiche, non ha saputo tenere sotto controllo la gestione del reddito di cittadinanza e neanche la gestione del superbonus 110%. Lascia un paese povero e in guerra (…) E han pagato Lega e Forza Italia che hanno sostenuto il governo Draghi (…) e si rammentino gli idranti contro i triestini che in ginocchio e col rosario in mano imploravano di non essere vaccinati» (F. Battaglia, blog di N. Porro, 27.9.22).

MADEINPRC

-«Non solo Prato: anche Roma, Milano e Firenze. Quelle stazioni di polizia di servizio per i cinesi d’oltremare …Partendo dalle dichiarazioni del ministero per la Pubblica sicurezza (cinese, ndr), che ad agosto di quest’anno ha affermato di aver “educato e persuaso a tornare” dall’estero 230mila persone tra aprile 2021 e luglio 2022» (L. Hart, Formiche.net, 23.9.22).

ARGENTINA

-«Il governo argentino, già alle prese con l’instabilità politica, uno dei tassi di inflazione più alti al mondo e un’economia in crisi, è dovuto intervenire per placare un’aspra polemica nazionale sulla vendita delle figurine ufficiali della Coppa del Mondo, che sono esaurite nel Paese a due mesi da Qatar 2022, causando panico e feroci dispute tra negozianti e fornitori» (P. Manzo, blog di N. Porro, 23.9.22). Don’t cry, Argentina, habetis papam…

USA&JETTA

-«Washington, dopo le fake news messe in giro sulle operazioni clandestine della Russia in 120 Paesi…» (L. Bisignani, Il Tempo, 25.9.22).

-Lo sapevate? Sul nostro territorio ci sono 12.400 soldati Usa, 120 basi Nato e un numero imprecisato di testate nucleari (sottratte al controllo del governo italiano). Per difenderci da chi?

-Secondo un dossier del thinktank americano German Marshall Fund: «Più di un italiano su due sostiene che l’America sia il Paese più influente del mondo, ma il quaranta per cento degli intervistati lo vede come un fatto negativo» (M. Turato, formiche.net, 22.9.22). Noi non siamo soli.

ROMA

-«Tutti i grandi Paesi, non solo quelli che più fanno spionaggio, hanno tre rappresentanze diplomatiche a Roma: una presso la Repubblica italiana, una presso le Organizzazioni agroalimentari delle Nazioni Unite (Fao, Ifad, Wfp) ed una presso lo Stato Città del Vaticano. Sulle prime i servizi segreti italiani (…) riescono ad esercitare qualche sorveglianza. Sulle altre non possono (…). A Roma ci sono circa un’altra sessantina di organizzazioni internazionali, o piccole (Unidroit, Idlo) o sedi di rappresentanza di agenzie delle Nazioni Unite e simili (…). La Cina, lo sanno tutti, oggi controlla la Fao dove colloca “compagni fidati”» (G. Pennisi, «Perché Roma è la capitale delle spie», formiche.net, 22.9.22 ).

-Da quando c’è la guerra ucraina ho scoperto che l’Italia ha più generali che soldati.

AMICI

-«…gli Usa non intendono aumentare la produzione di gas per rifornire l’Europa per non far calare i prezzi compromettendo gli attuali super ricavi delle loro società del comparto energetico (…) la Francia sospenderà per due anni le forniture elettriche alla Penisola, iniziativa che potrebbero presto assumere anche Svizzera e Slovenia» (g. gaiani , lnbq, 19.9.22). Della serie: dagli amici ci guardi Iddio.

-Campagna elettorale. Chissà perché, mi viene in mente il verso di Battiato: «…quante stupide galline che si azzuffano per niente». Per vostra curiosità: il cognome del cantautore del genere musicale boh, in siciliano sta per «battezzato». Infatti, nacque nella religione cattolica. In quale sia morto è difficile dirlo.

BRAVO

« …le parole critiche di dom Guéranger verso quei «terreni neutri sui quali certi credenti e non credenti si incontrano per tenere specie di congressi dai quali tutti tornano come vi erano andati» (Corrispondenza Romana, 21. 9. 22).

-Penso che l’Aldilà abbia un posto per quelli di certi partiti, ma diviso in due settori ineguali: uno per i farabutti, l’altro per i cretini.

-Quesito: se un politico estero loda un collega italo perché è bravo, intende che lo è per noi o per lui?

CORTE

-«Alla corte costituzionale arriva una grillo-sinistra e tutti a brindare» (N. Porro, 21.9.22).

-Krajewski è polacco ed è anche il cardinale elettricista. Mi si perdonerà se faccio la tara alle sue foto e interviste?

-La fase-vecchiaia di Berlusconi: sempre più simile a quella di Montanelli.