Antidoti

NOMENCLATORI

La genialità di certi nomenclatori di grandi città storiche. Se da una megapiazza si dipartono a stella sei o più strade, il genio sta nel non dare a ciascuna di quest’ultime un nome diverso, ma dare lo stesso nome alla via che sta diametralmente dall’altra parte della piazza, così da confondere l’ignaro cittadino privo di mappa e bussola. Aggiungi che i radi passanti nulla sanno. Infine, data la riluttanza a numerare i palazzi, ci sta che dopo un’ora di ricerche scopri di essere all’altro capo e dall’altro lato.

COOKIES

-In tutti i siti compare bella grossa la richiesta di accettazione dei cookies (ormai devi usare il traduttore anche per sapere che ora è). E se non accetti non puoi procedere. Ma ci deve essere anche, per legge, la scritta «continua senza accettare». Molti la hanno, ma scritta piccolissima, defilata e quasi trasparente, così da fregare i più. Oppure, stesso stile, una «x», cliccando la quale il fastidioso messaggio scompare. Io le cerco sempre, anche se talvolta è arduo trovarle. Qualcuno, più furbo, non ce le mette proprio (p.e. «Il Giornale»). E io lo salto a piè pari, così il boomerang gli torna in testa.

VINO

-«E il vino per la Messa? Si può acquistarlo con uno speciale permesso del governo presso l’unico negozio del Paese autorizzato a venderlo» (p. Charbel Mhanna, prete cattolico in Qatar. Cfr. Lnbq, 1.12.22).

-«La qualità del ceto politico, anche di quello locale, non solo di quello nazionale, è in moltissimi casi assai modesta e dunque si tratta spessissimo di politicanti mediocri e privi delle basilari competenze giuridiche e amministrative necessarie per non compiere passi falsi e per assicurare una corretta gestione delle questioni di interesse pubblico» (R. Razzante, Lnbq, 2.12.22).

ESERCIZIO

Esercizio a casa. Faccio un romanzo sull’eutanasia. Ovviamente, gran successo e film. Poi, comincio a fare casino insultando la destra. Ovviamente, inviti, collaborazioni e comparsate anche se ad appeal sto a zero. Grazie alla visibilità ottenuta (con l’aiuto degli insultati, che rispondono anziché ignorare), qualunque fesseria pubblico diventa bestseller. Perciò, continuo e rilancio alzando ogni volta il tiro. Chi sono?

MANZO

Scrive Paolo Manzo, esperto di Sudamerica, il 29.11.22 (blog di Porro): «Maduro chiede a Biden la fine di tutte le sanzioni». Da qui «la firma dell’accordo ‘sociale’ in cambio dell’estensione delle attività della compagnia petrolifera Chevron in Venezuela». E’ questa gente a spingere ucraini e russi a massacrarsi, dopo aver distrutto l’Iraq e sprofondato la Siria nel sangue. Mi scuso se ho dimenticato qualcosa…

Il grazie di oggi a: Gianni Bordin.

KHERSON

-Kherson. «Di fatto i russi hanno evacuato la popolazione, fedele a Mosca, per sottrarla ai bombardamenti ucraini e soprattutto alle feroci rappresaglie che le milizie nazionaliste inserite nei servizi di sicurezza di Kiev hanno perpetrato (nel silenzio dei media occidentali) nei territori riconquistati dall’esercito ucraino» (G. Gaiani, Lnbq, 11.11.22).

Grazie a: Patrizia Rizza.

USA&GETTY

-«La multimiliardaria ereditiera dei petrolieri Getty, Aileen Getty, che ha guadagnato le sue fortune con i combustibili fossili ed ora con “combustibili rinnovabili”, accaparrandosi fondi intergovernativi milionari per la cosiddetta “transizione ecologica”, finanzia lautamente i vandali che colpiscono opere d’arte e bloccano infrastrutture nelle ore di punta: ‘Just Stop Oil’, ‘Scientist Rebellion’ ed ‘Extinction Rebellion. Lo rivendica lei stessa dalle pagine del quotidiano britannico The Guardian» (L. Volontè, Lnbq, 9.11.22).